Recensione Viaggio Thailandia 2007

Koh Samui - Koh Phangan - Bangkok

Giugno non e' il periodo migliore per recarsi in Thailandia, ma non avendo possibilita' di scegliere un altro periodo abbiamo deciso di andarci ugualmente. L'unico accorgimento e' stato quello di scegliere il golfo del Siam anziche' l'isola di Phuket e la costa delle Andamane che era la nostra meta iniziale. In questa stagione infatti nella zona delle Andamane il clima e' fortemente influenzato dai monsoni con frequenti piogge ed un cielo prevalentemente grigio. Per poterci muovere piu' liberamente abbiamo deciso di prenotare il solo volo aereo, riservandoci di decidere una volta sul posto cosa sarebbe stato meglio fare. Il nostro programma di massima prevedeva di raggiungere direttamente Koh Samui dove avremmo trascorso qualche giorno per poi trasferirci su Koh Phangan ed infine prima di rientrare in Italia, avremmo fatto una sosta di due o tre giorni a Bangkok. Durante i preparativi per il viaggio avevamo preso nota di qualche resort a Koh Samui nella baia di Thongtakian tra Chaweng e Lamai e nella zona di Choeng Mon a nord dell'isola. Per quanto riguarda invece la permanenza su Koh Phangan ci eravamo gia' messi in contatto, tramite il forum di Sawadee, con Lolo (Eddy), espertissimo frequentatore e quasi residente dell'isola. Eccoci quindi il 14 giugno in partenza dall'aeroporto di Malpensa sul volo della Thai Air con il nuovo Boeing 777, che a dire il vero, anche se molto bello, ci e' sembrato meno confortevole dell'Airbus dell'anno precedente. Dopo 10 ore di volo atterriamo al Suvarnabhumi, il nuovo aeroporto di Bangkok che a confronto del vecchio Don Muang appare decisamente megagalattico: tutto funziona alla perfezione e in un attimo ci troviamo nella elegante lounge della Bangkok Air dove ci viene offerta la colazione e la possibilita' di usufruire del collegamento gratuito ad Internet mentre attendiamo la chiamata per l'imbarco sul volo per Koh Samui. All'atterraggio ci aspetta il rinnovato e delizioso aeroporto di Koh Samui.

koh samui

Scendendo la scaletta siamo investiti da una leggera tiepida, piacevole brezza profumata che ci da' il benvenuto. I fiori, le palme, i capanni esotici, ma funzionali e accoglienti del suo terminal rendono senza dubbio questo piccolo aeroporto uno tra i piu' belli e caratteristi al mondo ed ogni volta che vi torniamo ne riscopriamo il fascino. Appena sbarcati ci rechiamo subito al desk dei taxi e decidiamo di farci portare come prima tappa al Promtsuk Buri Resort, che sapevamo essere un complesso nuovissimo, da poco nato nella baia di Thongtakian: costo del taxi 300 baht. Gia' mentre percorriamo la strada che dall'aeroporto conduce verso la parte meridionale dell'isola, attraversando Chaweng e dirigendoci verso Lamai non ci sfuggono i grandi cambiamenti intervenuti nell'arco di due anni, e purtroppo non in positivo!!!! Infatti mentre ci avviciniamo al tratto di costa tra Chaweng-Noi e Lamai, che e' una delle zone piu' belle dell'isola, notiamo diversi cantieri aperti per la costruzione di grandi resort direttamente sulle spiagge o a picco sul mare. Questo paesaggio cosi deturpato e violentato ci lascia senza parole e quando arriviamo alla baia praticamente facciamo fatica a riconoscerla! Anche li sono nati nuovi resort. Ne contiamo ben cinque… e quel tratto di giungla che divideva gli unici due resort e il piccolo ristorante denominato Silver Beach , ora non c'e' piu'. Un vero peccato!

koh samui

Per contro dobbiamo riconoscere che i bungalow del 'Promtsuk Buri' sono veramente carini, circondati da un bel giardino e immersi in un palmeto. Ne scegliamo uno ‘deluxe' e notiamo con piacere che e' nuovissimo e anzi forse siamo noi i primi ad occuparlo! Ha una bella veranda con grandi sdraio di legno scuro, una grande camera con letto king-size, tv e tutti i comfort. Il bagno e' in stile balinese, diviso cioe' in due zone, di cui quella con la stanza doccia e' senza il tetto! Molto romantico ed originale farsi una doccia alla sera direttamente sotto la luna!!! Riusciamo a trattare un po' sul prezzo e alla fine lo prendiamo per 1200 baht, prezzo abbastanza buono anche se non comprende la prima colazione. Appena avuta la chiave della camera per prima cosa indossiamo i costumi e corriamo verso il mare che e' li che ci aspetta!!!!

koh samui

Lungo il tragitto verso il resort avevamo gia' notato che era presente –come temevamo- il problema della bassa marea, il cosiddetto low tide. Sapevamo gia' che purtroppo in giugno come per la gran parte dei mesi estivi il mare non e' sicuramente al massimo del suo splendore sull'isola, ma ci eravamo illusi che non fosse tanto pronunciato. Invece anche nella splendida baia affiorano diversi scogli. Tutto comunque ci appare ugualmente meraviglioso e l'acqua calda del mare ci conforta appena ci immergiamo. Decidiamo di noleggiare il solito motorino direttamente dal Resort (prezzo 200 baht per quello automatico). La sera stessa andiamo a Lamai al 'Sala Thai', tipico ristorante thai dove ricordavamo di esserci trovati benissimo due anni prima. Ed eccoci seduti in un ambiente cordiale, pronti a gustarci la nostra prima zuppa piccante la tom yam goon ...che dire: fantastica!!!!! Ora si che ci sentiamo in Thai!!! Il mattino seguente con il motorino iniziamo il nostro primo giro dell'isola. Ci dirigiamo verso Chaweng e decidiamo di fermarci a sud vicino a Chaweng-Noi. Il mare li e' splendido e la zona non risente troppo della bassa marea. Fa un caldo pazzesco e l'acqua del mare e' calda ed invogliante. Si sta divinamente bene... relax relax relax! Passeggiamo un po' sulla bellissima spiaggia e a mezzogiorno ci fermiamo a mangiare in un ristorantino direttamente sul mare dove ci viene servito un buonissimo Khao Pad Saparot (una specialita' thai molto diffusa nella zona a base di riso fritto con cipolla, uova, uvetta, carote, noccioline, pesce, green curry, ecc) servito nella meta' di un ananas scavata e utilizzata come piatto. Nel tardo pomeriggio riprendiamo il motorino e facciamo un bel giro nel centro di Chaweng decidendo di ritornarci anche per cena. Visto che il Resort e' ancora in fase di ultimazione e non c'e ancora la possibilita' di fare colazione all'interno, andiamo a piedi nel Resort accanto che e' il Crystal che noi gia' conoscevamo per avervi soggiornato per un paio di settimane due anni prima. Anche in questo Resort ci sono stati molti cambiamenti ed innovazioni. Sono stati costruiti nuovi blocchi di camere molto piu' lussuose e rifinite di quelle precedenti. La colazione al Crystal e' molto semplice ma sempre molto piacevole, sotto la veranda del ristorante direttamente sul mare, da dove si gode di una vista favolosa su tutta la baia…. E che piacevole sorpresa quando i gestori ci riconoscono, si fermano a parlare con noi e ci raccontano con comprensibile orgoglio di tutti i lavori fatti e delle loro aspettative di incremento delle presenze turistiche. Su quest'ultimo punto non siamo del tutto sicuri, ma sorridiamo comunque compiacenti. Insistono anche per mostrarci tutta la zona nuova. Certo che le camere sono veramente belle e molto curate! Siamo in periodo di bassa stagione e poiche' ci sono pochissimi clienti, ci offrono una delle camere migliori ad un prezzo allettante, comprensivo di breakfast e cosi decidiamo di spostarci al Crystal per i restanti giorni. I giorni seguenti li passiamo girovagando per tutta l'isola fermandoci nelle spiagge piu' suggestive a fare il bagno e scattando tantissime foto.

koh samui

Abbiamo fatto piacevolissime passeggiate sulla lunghissima spiaggia di Chaweng, dove nella parte nord il mare risente del low tide e spesso non consente nemmeno di fare il bagno!!! Sia in giro che in spiaggia c'e' pochissima gente, si sta divinamente bene si riesce ad apprezzare appieno la pace, la tranquillita' e tante piccole cose come il sedersi sulla sabbia e farsi cucinare del pesce sui banchetti sulla spiaggia oppure gustarsi un dolcissimo ananas che i Thai sanno tagliare in modo originale e comodissimo da mangiare quasi come un gelato!!!! Purtroppo le giornate di sole durano poco ed il tempo inizia a guastarsi e cosi' decidiamo di far visita al centro commerciale piu' grande dell'isola, il 'Tesco Lotus' dove casualmente incontriamo alcuni amici conosciuti sul web. La giornata si conclude con una bella serata che passiamo allegramente in compagnia di alcuni simpatici amici al 'Via Vai', un noto ristorante italiano di Chaweng, Oltre a trascorrere una simpatica serata e' stata per noi anche l'occasione per incontrare persone con le quali normalmente si chatta via web e passare un po' di tempo insieme chiacchierando in allegria. Strano, ci e' sembrato di ritrovare vecchi amici conosciuti da sempre! Il tempo purtroppo nel frattempo si e' decisamente guastato e torniamo a casa sotto un bel diluvio. Tra l'altro la pioggia rovina un po' i nostri programmi. Infatti avremmo dovuto andare per qualche giorno a Koh Phangan con Eddy (Lolo) che gentilmente si era offerto di farci conoscere la “sua isola”, ma rinviamo la partenza per qualche giorno. Oggi decisamente non e' una bella giornata per noi, oltre che per il tempo che continua ad essere 'bigio', anche perche' stanotte, mentre dormivamo, siamo stati visitati dai ladri nella nostra camera del Resort! Ci hanno svuotato il portafoglio (fortunatamente -si fa per dire- ci hanno lasciato le carte di credito). Pero' ci hanno portato via la macchina fotografica con oltre 200 foto fatte durante questa vacanza e...non ancora salvate!

cena koh samui

La direzione del Resort ha chiamato la Police che e' arrivata subito ed ha raccolto un primo verbale rinviandoci alla sede centrale di Nathon per la denuncia vera e propria. A parte il danno materiale, ci siamo rimasti veramente molto male! Forse eravamo un po' naif, ma non avevamo mai preso in considerazione neanche lontanamente una simile eventualita'!!! Alla fine ce ne siamo fatti una ragione! Anzi, come spesso accade, per aiutarci a superare l'amarezza ci e' piaciuto immaginare che chi ci aveva derubato forse ne aveva veramente bisogno!!! A noi in fondo e' costato abbastanza poco. Peccato per le foto!

koh phangan

Oggi finalmente il tempo e' migliorato e quindi si parte per Koh Phangan. Partiamo da Maenam spiaggia a nord di Koh Samui con il Catamarano veloce http://www.lomprayah.com/ alle 8.00 del mattino e alle 8.30 siamo a Koh Phangan al costo di 500 baht in due (incluso il trasporto dal Resort sino al molo). Arrivati a Koh Phangan, appena sbarcati prendiamo un taxi per farci portare al 'Milky Resort' di Baan Tai. Molto utili si sono rivelati i suggerimenti di Eddy per quanto riguarda la scelta azzeccata del Resort sia per la qualita' dello stesso sia per la sua posizione favorevole per gli spostamenti. Purtroppo anche qui il mese di giugno non e' il piu' indicato per visitare l'isola perche' molte spiagge risentono della bassa marea che per diverse ore al giorno rende non balneabile il mare. Gia' percorrendo il breve tratto di strada che da Thongsala porta al Milky ci siamo resi conto delle differenze con Koh Samui. Qui l'isola profuma di tropici, i colori sono accesi e al tempo stesso tenui, diversi, regna la pace e la tranquillita', forse la stessa che c'era vent'anni fa anche a Koh Samui e che molte persone come Eddy ricordano.

koh phangan

Giunti al Resort…..che sorpresa! e' semplicemente fantastico, immerso in una giungla lussureggiante, curato in ogni minimo particolare con tanto di steam room, centro massaggi, piscina, etc. Niente e' fuori posto, niente che non sia in piena armonia con l'ambiente. Scegliamo il nostro bungalow/studio: e' splendido ed enorme... 70mq o forse piu', perfettamente inserito nell'ambiente. Oltre alle dimensioni inconsuete, anche internamente ogni particolare e' curato con gusto raffinato con tante suppellettili tutte rigorosamente in stile Thai e poi orchidee, incensi e pot-pourri che profumano l'ambiente ed una grande palma nel mezzo della camera (anzi il bungalow e' stato proprio costruito intorno ad essa) rende ancora il tutto piu' particolare ed esotico. Il prezzo che ci viene richiesto e' di 2.500 baht, ma essendo in bassa stagione e dopo un minimo di contrattazione, riusciamo a spuntare 1.800 baht inclusa la colazione per due che, visto il buon livello di tutto il complesso, ci pare piu' che soddisfacente. Con il nostro amico avevamo concordato di incontrarci sulla bella e lunga spiaggia di Ban Tai ...e cosi', dopo una veloce doccia ci avviamo.

koh phangan

Percorsi non piu' di 500 metri dal nostro resort, lo incontriamo proprio davanti alla sua casa......eh si, effettivamente e' proprio un sogno! Adesso capiamo perche' ne e' cosi orgoglioso! un piccolo angolo di paradiso direttamente sulla spiaggia! Ci offre un caffe' che gustiamo con lui nella veranda fronte mare della sua splendida casa e parliamo, anzi lui racconta di quando e' arrivato qui tanti anni fa …e noi ascoltiamo e sognamo!!! Lo stesso pomeriggio noleggiamo un motorino ed Eddy, come promesso, si offre di farci da guida e ci porta a visitare le diverse spiagge dell'isola: Haad Yow, Haad Son, Haad Salad, Haad Mae Haad e Chaloklum. Splendide spiagge che incorniciano angoli ancora incontaminati. La bellezza di quest'isola e' struggente, caratterizzata da fitte giungle, palmeti e tantissimo verde, i colori ed i profumi la rendono il piccolo angolo di paradiso che tutti sognano. Visitiamo anche Haad Rin e la sua famosa e bella spiaggia dove si tiene il famoso Full Moon Party, che ogni mese attira migliaia di ragazzi da tutto il mondo. Anche la piccola cittadina sorta alle sue spalle e' caratteristica e graziosa con una miriade di piccoli negozi, pub, bar e ristoranti. A poca distanza visitiamo anche la spiaggia di Haad Leela in una baia piu' riservata e tranquilla, con pochi resort che ci sembrano un po' piu' esclusivi. Le strade di Koh Phangan sono particolari: alcune sono inaspettatamente ben tenute, asfaltate e facilmente percorribili, altre sono incredibilmente ripide e altre ancora (che noi non abbiamo avuto il tempo e piacere di percorrere) sono sterrate, sconnesse e, stando a quel che dice chi le conosce, piuttosto difficili se non pericolose.

koh phangan

Comunque e' stato piacevolissimo girare tranquillamente per queste strade poco trafficate, guardandosi attorno e filmando il piu' possibile per poterci portare a casa un bel ricordo di questa splendida isola. Pur rimanendo solo pochi giorni, abbiamo avuto modo, grazie anche a Eddy ed alla sua disponibilita', di farci un'idea abbastanza completa dell'isola anche se, lo sappiamo, c'e' ancora molto da vedere, magari in un periodo dell'anno piu' propizio. Anche le due serate trascorse su Kho Phangan sono risultate molto simpatiche e ne serbiamo un bel ricordo: la prima al Food Market di Thongsala dove abbiamo cenato in piazza seduti ad un tavolino in mezzo alla piazzetta, vicino alla bancarella sulla quale avevamo scelto il pesce che ci e' stato cucinato li per li da una simpatica signora e servito direttamente da lei. La seconda da Raffaele, un simpatico italiano residente da sette anni a Koh Phangan che gestisce una pizzeria ristorante nel centro di Thongsala. Quella sera alla nostra allegra brigata si e' aggregato anche uno ... svizzero che piu' svizzero non si puo', ma che si e' rivelato simpatico, spiritoso e poi …era veramente svizzero!!! Dobbiamo confessare che, anche se il tempo (meteorologicamente parlando) non ci e' stato molto favorevole, siamo ripartiti da Koh Phangan con dispiacere e che li abbiamo lasciato un po' del nostro cuore. A questo punto non possiamo non spendere due parole di ringraziamento per Eddy (Lolo), questo nostro nuovo amico che si e' veramente dimostrato una persona molto disponibile, gentile, simpatica, e profondo conoscitore di questa bellissima isola.

full moon party

Molti ci avevano parlato bene di quest'isola e pensavamo che fosse bella, ma non fino a questo punto! Domattina si torna tutti a Koh Samui dove noi abbiamo lasciato parte del nostro bagaglio e dove resteremo ancora un paio di giorni (cosi' avremo modo di fare qualche foto in sostituzione di quelle .... 'perdute'!) Due degli ultimi giorni passati a Koh Samui sono stati all'insegna del brutto tempo, ma li abbiamo compensati con ore trascorse comunque in acqua (di mare, naturalmente). L'altra sera, passeggiando per le strade di Chaweng guarda un po' chi abbiamo incontrato.....nuovamente Eddy! Anche lui stava passeggiando tranquillamente nel centro tra i (pochi) turisti. Cosi' tra una chiacchiera e l'altra, quasi per caso siamo finiti in un locale sulla via principale di Chaweng, dove abbiamo potuto assistere ad breve ma simpatico spettacolo con i Katoy. Ci siamo divertiti e abbiamo scattato anche delle foto spiritose durante lo spettacolo. Stamani siamo andati a fare un altro giro dell'isola dirigendoci verso Big Buddha e siamo rimasti sorpresi anche qui per il gran numero di cantieri edili che si susseguono nella zona a Nord di Chaweng e fino a Big Buddha. La zona e' molto bella anche se troppo densa di lussuosi ed esclusivi Resort che francamente risultano un po' in contrasto con l'ambiente e senza il minimo rispetto per i Thai e la loro terra. Ci ha infatti indispettito il fatto che non si possa accedere alle spiagge per lunghi tratti di costa a causa delle recinzioni dei resort o dei cantieri. Domani si parte si va a Bangkok dove ci fermiamo per tre giorni. Abbiamo prenotato dall'Italia attraverso Internet l'Hotel Rembrandt che si trova nella Sukhumvit Road. Bangkok e' sempre affascinante, contradditoria, pazzesca, caotica, calda, inquinata, etc., ma a noi continua a piacere tantissimo. Bello l'albergo con una grande hall e molto curato nei particolari. Le camere sono un po' piccole ed e' un po' caro, ma ottima risulta la location, a pochi passi dalla stazione dello Sky train: fermata Asok.

mbk bangkok

Rispetto agli anni precedenti abbiamo potuto infatti apprezzare quanto sia comodo e veloce attraversare Bangkok con lo Skytrain. Visto che trascorriamo il weekend a Bkk, decidiamo di andare al Chatuchak Market che negli anni precedenti non eravamo mai riusciti a visitare. Prendiamo lo Skytrain di primo mattino, meglio evitare le ore piu' calde perche' all'interno del mercato non si respira. Dopo 15 minuti scendiamo alla fermata di Mo Chit: il mercato e' li vicino a due passi. E' veramente enorme. Compriamo tantissime cose e ritorniamo in albergo stracarichi prendendo un taxi. Il giorno seguente andiamo all' MBK in zona Siam e poi da li, a piedi, ci dirigiamo verso la zona di Pratunam la nostra preferita per lo shopping. E' facilissima da trovare: basta guardare verso l'alto e dirigersi verso il Baiyoke Sky (che e' il grattacielo piu' alto della Thailandia che svetta verso il cielo e che e' visibile quasi da ovunque) Pratunam e' bella, fantastica, centinaia di negozi, ci si perde, ma si trova di tutto a prezzi bassissimi e cosi' finisce che siamo costretti a comprare anche un'altra valigia: abbiamo troppe cose e non ci stiamo piu' !!! Purtroppo le nostre vacanze anche quest'anno sono finite e dobbiamo ritornare in Italia, prendiamo il taxi, salutiamo Bangkok e ci dirigiamo verso il nuovo aeroporto di Suvarnabhumi. Visto che siamo un po' in anticipo decidiamo di regalarci un ultimo massaggio prima della partenza.

bangkok

Chiudiamo gli occhi e rivediamo la nostra vacanza, quasi alla ricerca di qualcosa che abbiamo dimenticato di vedere. Siamo felici anche se ci dispiace di dover lasciare questo Paese fantastico che stiamo imparando a conoscere e che ormai sentiamo un po' nostro. Abbiamo trascorso delle bellissime settimane, abbiamo visto posti fantastici, conosciuto nuovi amici e ora, come sempre, lasciare la Thailandia ci risulta sempre difficile. A noi questa terra piace troppo,…. ma presto ci ritorneremo!

Bangkok e Koh Samui | Foto Bangkok e Foto Koh Samui | Recensione viaggio Bangkok e Koh Samui
Bangkok, Ayuthaya e Phuket | Foto Thailandia | Video Thailandia | Recensione viaggio Bangkok, Ayuthaya e Phuket
Cucina Thailandese | Hotel Koh Samui

© 2008 thailandia | tunisia | sharm el sheikh
Project & SEO by TwizzyWeb
Recensione viaggio Thailandia - Koh Samui Koh Phangan e Bangkok